Pubblicato in: Poesia

September – La mia città è arte

Silente,

La luce riflette,

Lo sguardo ammaliato si incolla su immagini d’arte.

Scorci di buio e palle di luce

Fasci di colore su vessilli d’onore

C’è un orizzonte pieno zeppo in fondo.

Aria di settembre entra in questa finestra spalancata

Porta il brivido della refola e il fremito di commozione:

O Città mia,

ti respiro di un odore salino,

ho sulla pelle la colla salmastrosa dello scoglio

Accetto la sferzata del libeccio in pieno viso come un sacro manrovescio,

Ciuccio e mastico il cacciucco e lo sciacquo col vino rosso.

Infine, la pace.

Questo è genio, questo è stile.

Ilidia Comparini – La strega vera

Pubblicato in: Poesia

Riflesso

A me


Se mi guardo nello specchio

vedo rughe abbandonate

strade isolate

affamate di carezze delicate

Sono simboli costanti di un’invisibile illusione

Questo ghigno è una coperta

tiene caldo al mio sorriso

l’apparenza è cassaforte

che nasconde suoni canti

e ninne nanne

eppure

IO vivo

imprigionata nell’indugio alla ribellione

Cieca

parlo comando e sbraccio

nella speranza e nell’aspettazione

Sola

offesa da un odiato dolore

In un angolo

mi aspettano lettere senza destinazione

Brame rinchiuse

da serrate cerniere

Ah! Mi è rimasto un francobollo

L’ironia ha il sopravvento

Difficile?Sì

Ma per far questo

occorre un grande talento


Ilidia Comparini – La strega vera