Pubblicato in: Senza categoria

… Lettura di un pensiero (e mi viene da piangere) …


“Espellerei i genitori dalle scuole, a loro non interessa quasi mai della formazione dei loro figli, il loro scopo è la promozione del ragazzo a costo di fare un ricorso al Tar.

Lo scenario è diverso, devono imparare a vedere che cosa sanno dare senza protezione.

Se la protezione è prolungata negli anni, come vedo, essa porta a quell’indolenza che vediamo in età adulta. E la si finisca con l’alternanza scuola lavoro, a scuola si deve diventare uomini, a scuola si deve riportare la letteratura, non portare il lavoro.

La letteratura è il luogo in cui impari le cose come l’amore, la disperazione, la tragedia, l’ironia, il suicidio. E noi riempiamo le scuole di tecnologia digitale invece che di letteratura? E’ folle.

Guardiamo sui treni: mentre in altri Paesi i giovani leggono libri, noi giochiamo con il cellulare. Oggi i ragazzi conoscono 200 parole, ma come si può formulare un pensiero se ti mancano le parole? Non si pensa o si pensa poco se non si hanno le parole”

[Umberto Galimberti]

Riporto un’amara riflessione che fa scappare una lacrima

Ilidia Comparini – La strega vera

Pubblicato in: Digressioni

25 Aprile – “Anche i partigiani però…“ di Chiara Colombini –

Mi va! mi va di ospitare un asterisco/pensiero non mio, che però mi sta addosso preciso preciso.

Smontare false argomentazioni, neutralizzare le false ovvietà che negli anni hanno ingrossato la marea di superficialità usata nei dibattiti sulla liberazione e sui partigiani, così come la storica Chiara Colombini sostiene nel suo libro “Anche i partigiani però…”(Laterza, collana Fact Checking, 192 pagg., 14 euro).

Conoscere per comprendere. I fatti. La storia.

https://www.ilfattoquotidiano.it/2021/04/24/25-aprile-resistenza-la-guerra-obbligata-dei-partigiani-come-e-perche-i-buoni-furono-costretti-a-scegliere-il-rischio-di-uccidere/6176244/

È la storia, ragazzi!

Ilidia Comparini – La strega vera